domenica, 1 Agosto 2021
Home > Tecnologia > Smart tv: cosa sono e come funzionano

Smart tv: cosa sono e come funzionano

Quando si parla di smart TV si intende una tipologia di TV “intelligente”, che integra anche i servizi internet. Così come è successo con i telefoni, anche i televisori hanno subito un processo di evoluzione che li ha resi estremamente più versatili ed “intelligenti”. Grazie a questa tecnologia, infatti, è possibile collegare lo smartphone all’apparecchio televisivo, oppure utilizzare direttamente la TV per connettersi ad internet, vedere video, oppure utilizzare i servizi streaming. In poche parole, smart sta ad indicare un apparecchio multimediale, un’evoluzione delle normali televisioni. La TV smart integra la funzionalità di un computer in un apparecchio televisivo, ed il suo funzionamento è molto facile. Basta utilizzare un apposito telecomando che consente di accedere ai contenuti, ma è possibile anche collegare appositi strumenti come mouse e tastiera, al fine di rendere più facile la navigazione. La maggior parte delle smart TV possono essere collegate tramite Wi-Fi, quindi senza la necessità di un cavo Ethernet; inoltre, a seconda del modello cambia anche il sistema operativo. In poche parole, con queste particolari televisioni è possibile non solo vedere un film o una serie televisiva ma fare molto di più.

Quale schermo scegliere?

Attualmente sul mercato esistono davvero diverse tipologie di smart tv, ognuna con caratteristiche diverse. In genere, i modelli di Smart Tv possono essere disponibili con schermo LED oppure OLED, di tecnologia più recente. Le televisioni a LED sono un’evoluzione di quelle LCD. La tecnologia LED genera un’immagine utilizzando la retroilluminazione, cioè una fonte luminosa esterna al pannello di cristalli liquidi. Ciò significa che un fascio luminoso colpisce il display prima di generare l’immagine, ed ogni pixel viene generato da un cristallo liquido. A differenza di un modello dotato di tecnologia OLED, il fascio luminoso viene generato da una serie di strisce oppure da una griglia di diodi ad emissione di luce. Inoltre, i modelli OLED, non sono dotati di retroilluminazione ma emettono luce propria. Infatti, l’acronimo OLED, sta a significare Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico ad emissione di luce. Proprio per l’assenza di retroilluminazione, i modelli di smart TV OLED sono più leggere e sottili. In alternativa, è possibile optare anche per uno schermo QLED, cioè “quantum dots”, una tecnologia avanzata di retroilluminazione che consente di ottenere immagini luminose e con un ottimo contrasto, ma si tratta di modelli molto rari e costosi. Tuttavia, per avere maggiori dettagli, clicca sul seguente link e individua il modello che potrebbe essere adatto per le tue esigenze, sia visive che economiche.

Quale risoluzione scegliere?

Le Smart TV che si trovano in commercio hanno diverse risoluzioni, a seconda del modello scelto. Infatti, possono essere HD Ready (risoluzione di 1280 x 720 pixel), Full HD (risoluzione di 1920 x 1080 pixel), UltraHD 4K (risoluzione di 3840 x 2160 pixel), oppure infine Ultra HD 8K (risoluzione 7680×4320). I modelli più avanzati di Smart Tv invece hanno la tecnologia Ultra HD 8K ed HDR, con risoluzioni elevatissime, ma si tratta di modelli rari e costosi. In ogni caso, maggiore è la risoluzione scelta e maggiore è la qualità dell’immagine, e bisogna effettuare una scelta a seconda dell’esperienza di visione che si intende fare.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*