lunedì, 30 Gennaio 2023
Home > Lavoro > Come rinnovare il tuo home office

Come rinnovare il tuo home office

Negli ultimi anni sempre più persone hanno iniziato a lavorare da casa, prima a causa della pandemia globale, in seguito per una scelta personale. Lavorare in smart working può essere davvero comodo ma è necessario organizzare gli spazi, altrimenti potrebbe diventare problematico. Investire in una buona scrivania con sedia ergonomica è la prima cosa da fare per salvaguardare la propria salute, soprattutto la schiena e le spalle. Ma anche l’aspetto estetico è importante, ci sentiremo più soddisfatti se personalizziamo l’arredamento ufficio in base ai nostri gusti personali, inserendo elementi di design. Diciamocelo: lavorare da casa ha molti vantaggi, ma a volte è davvero complicato delimitare i confini tra vita lavorativa e privata. Per questo è importante rendere gli spazi in cui lavoriamo accoglienti e possiamo farlo in diversi modi, vediamo di seguito qualche consiglio utile.

Organizza bene gli spazi in modo ordinato

Nessuno ha voglia di lavorare in una scrivania disordinata e piena di oggetti sparsi, crea frustrazione e angoscia. Per questo è fondamentale organizzare bene il proprio ambiente di lavoro, anche quando gli spazi sono limitati. Si possono inserire delle pareti verticali, lavagne su cui prendere appunti, cassettiere e contenitori in stoffa. Possiamo trovare organizer colorati da abbinare allo stile dell’arredamento, in modo da creare una palette ben precisa. C’è chi opta per colori scuri, chi invece predilige colori tenui come il rosa o l’azzurro. Anche gli spazi più piccoli possono diventare confortevoli e ordinati inserendo i giusti elementi d’arredo, utili per contenere oggetti sparsi e strumenti di lavoro.

Punta alla comodità

Chi lavora da casa non può utilizzare le tradizionali sedie da cucina, perché non sono ergonomiche e adatte per stare seduti molte ore consecutive. Per rinnovare l’home office è necessario scegliere una sedia comoda, con altezza regolabile e rotelle per spostarsi. Una buona sedia ci farà mantenere una postura corretta, eliminando i fastidi legati al mal di schiena. Si possono trovare sedie da ufficio davvero bellissime, da quelle minimali a quelle da gaming, confortevoli e dalla resa estetica eccezionale.

Sfrutta la luce naturale

Un ambiente luminoso migliora l’umore, la qualità del sonno, la concentrazione mentre si lavora. L’ideale è quindi posizionare la scrivania vicino ad una finestra, in modo da sfruttare al massimo la luce naturale e riposare gli occhi di tanto in tanto, guardando verso l’esterno. Se il nostro studio non ha finestre rischia di essere molto buio e soffocante, quindi investiamo nella giusta luce artificiale. Si può posizionare una lampada sulla scrivania, oppure per avere un’illuminazione più potente è possibile installare una luce a muro o da soffitto, l’importante è che non sia troppo fredda o ci causerà problemi alla vista.

Scegli bene i colori

Per scegliere i colori dell’home office è importante focalizzarsi sui propri gusti personali, ma bisogna anche valutare se l’arredamento della casa ce lo permette. Se l’arredamento è prettamente chiaro in ogni stanza, arredare l’home office con colori scuri come il nero o il marrone potrebbe non essere l’ideale. Individuare i colori giusti può essere un toccasana anche per l’umore, più sono luminosi e dalle tonalità tenui, meno appesantiscono la nostra vista. Se il nostro studio non riceve luce naturale, cerchiamo di scegliere dei colori chiari per arredarlo, dato che le tonalità più tenui aiutano a riflettere la luce.

Inserisci delle piante

Le piante vengono inserite sempre di più negli uffici per dare un tocco di eleganza nell’arredamento, ma in realtà hanno delle particolari caratteristiche: riducono lo stress, purificano l’aria e portano un po’ di natura negli ambienti chiusi. Esistono tantissimi tipi di piante, non è necessario acquistare piante difficili da mantenere, si può optare per delle piantine grasse o piante già cresciute. Alcune piante hanno capacità fonoassorbenti, sono in grado di attenuare i suoni dell’ambiente circostante. Inoltre non sono ingombranti, una piantina piccola si riesce a collocare comodamente sulla scrivania, rendendo l’home office più accogliente e green.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*