domenica, 1 Agosto 2021
Home > Food & Travel > Da Napoli a Palermo: in traghetto verso la Sicilia

Da Napoli a Palermo: in traghetto verso la Sicilia

La Sicilia è una meta perfetta, per una lunga vacanza così come per un fine settimana, alla ricerca di tutte le bellezze dell’isola. Per visitarla del tutto, avere a disposizione l’automobile è essenziale, in quanto i mezzi pubblici non consentono di raggiungere agevolmente tutte le mete più interessanti e assolutamente da non perdere. Per chi vive in Italia centrale una soluzione ottimale per raggiungere l’isola consiste nel prendere un traghetto da uno dei porti più grandi, ovvero quello di Napoli.

Perché prendere il traghetto

Chi non ama viaggiare con il traghetto solitamente pone come elemento discriminatorio la durata del viaggio. Se consideriamo la tratta dei traghetti Napoli Palermo stiamo parlando di circa 10-11 ore di viaggio. Un viaggio che non è poi tanto più lungo, come durata, rispetto a quello in auto; stiamo infatti parlando di una distanza autostradale che supera i 700 chilometri, che si percorre in genere in oltre 8 ore. Il vantaggio del traghetto sta nel fatto che solitamente le partenze da Napoli salpano nelle ore serali; in sostanza durante la notte invece di guidare si riposa, in una cabina perfettamente attrezzata con tutti i comfort. Si sbarca al mattino al porto di Palermo, pronti per proseguire il viaggio sull’isola o per fermarsi qualche giorno in città, con l’automobile di proprietà al seguito, pronta per qualsiasi meta si intenda raggiungere.

Il turismo ai tempi del Covid

Un’altra problematica che ferma molti dall’organizzare un viaggio in Sicilia riguarda la pandemia da coronavirus, purtroppo ancora in atto. A partire dall’ultima settimana di Aprile molte cose sono cambiate, con la speranza di un’ulteriore apertura nel periodo successivo. È però importante ricordare che la Sicilia si trova in una zona a rischio elevato, verso la quale sarebbe opportuno evitare viaggi turistici. Chi volesse comunque raggiungere l’isola può farlo in totale tranquillità partendo da Napoli, raggiungendo Palermo in circa 10 ore. Per poter partire è necessario avere un certificato di guarigione da Covid, o di vaccino già somministrato; in alternativa è necessario effettuare un tampone prima di partire per l’isola. Conviene ricordare che nella gran parte dei porti italiani è possibile fare questo tipo di tamponi.

Le vacanze in Sicilia

Sperando che l’arrivo del caldo porti a una importante diminuzione nei contagi, possiamo comunque anche valutare di organizzare già oggi le vacanze estive. Si può prenotare il traghetto con grande anticipo, grazie anche alle compagnie che prevedono la restituzione del prezzo pagato nel caso in cui la situazione sanitaria cambi a sfavore del viaggiatore.

Cosa vedere a Palermo

Arrivando a Palermo con la propria automobile si aprono una serie di possibilità, difficili da avere per coloro che arrivano in città senza alcun mezzo. Senza parlare della città stessa, con la sua sontuosa architettura barocca, nei pressi possiamo visitare il Duomo di Monreale, uno tra i più bei resti di epoca bizantina e normanna disponibili sull’isola. Cefalù si trova a pochi chilometri da Palermo, si tratta di un bellissimo borgo, con una rocca a strapiombo sul mare e un porticciolo assolutamente da non perdere. Allontanandoci dalla città possiamo guidare verso sud, per godere delle più belle spiagge della Sicilia, ma anche dei suoi resti più antichi, da Segesta fino ad Agrigento.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*