giovedì, 20 Giugno 2024
Home > Enogastronomia > Il Tortello Cremasco diventa integrale, la novità della Trattoria Al Balurdù

Il Tortello Cremasco diventa integrale, la novità della Trattoria Al Balurdù

Reiventare un piatto della tradizione senza snaturarlo ma anzi valorizzandone l’aspetto salutistico. E’ il cuore del progetto portato avanti dalla famiglia Brambilla alla guida della storica Trattoria Al Balurdù di Crema, pronta a mettersi in gioco con una ricetta principe del territorio. Il Tortello Cremasco, unicum nel panorama gastronomico tricolore per la tipologia di ingredienti utilizzati nella preparazione del ripieno e per il suo sapore inconfondibile. Che, a partire dal 2020, il rinomato ristorante di via Carpegnanica, vincitore dell’edizione 2017 del Touring del Gusto dedicata proprio al Tortello Cremasco e premiato alla finalissima organizzata a Il Bontà di Cremona, servirà a tavola ed inserirà nel proprio menù in una versione rinnovata.

Tortello Cremasco Integrale nel menù della Trattoria Al Balurdù

Esordendo con una presentazione in anteprima riservata a dodici giornalisti di testate locali e nazionali, i primi fortunati che avranno l’opportunità di assaggiare un piatto solo in parte non dissimile dal “classico”. La differenza sta tutta nella composizione della pasta con la quale viene data forma, rigorosamente a mano, al tortello. Al posto della farina bianca, la giovane cuoca Sara Abassidi ha provato ad utilizzare farine integrali, più adatte a chi deve fare i conti con patologie alimentari legate alla presenza di glutine negli impasti. Rendendo dunque “l’involucro” del tortello maggiormente digeribile: una variante preziosa, dunque, che conferisce al tortello una differente colorazione, senza andare a mutare la storica struttura del ripieno e soprattutto la forma, simile a quella di una mezzaluna e con i bordi pizzicati.

Tortello Cremasco Integrale

La registrazione presso la Camera di Commercio di Cremona

Perchè se è vero che il Tortello Cremasco viene oggi preparato in tutto il territorio della diocesi di Crema, è anche vero che ognuno ha la “sua” ricetta, caratterizzata da piccole varianti nella quantità degli ingredienti utilizzati per realizzare l’impasto ed il ripieno; e così Al Balurdù, che realizza il ripieno seguendo la ricetta della bisnonna di Claudio Brambilla, Natalina Buongiorno, gelosamente conservata e tramandata.

Ma non è tutto: a fine novembre il Tortello Cremasco Integrale è stato registrato presso la Camera di Commercio di Cremona al fine di tutelare l’originalità del prodotto e della sua composizione. E prima di entrare a tutti gli effetti nel menù come piatto “fisso”, i commensali avranno l’opportunità di provarlo nel corso delle festività natalizie e di fine anno.

Tortello Cremaasco Integrale crudo

Autore
Daniele
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*