sabato, 20 Luglio 2024
Home > Casa > Le principali tipologie di condizionatori presenti sul mercato

Le principali tipologie di condizionatori presenti sul mercato

L’aria condizionata è ormai indispensabile in tantissime zone del mondo, da nord a sud. Tante persone però non sanno che tipo di apparecchio acquistare e non riescono a valutare quale può essere il modello migliore per la loro casa. Chi deve acquistare per la prima volta un condizionatore potrebbe avere dei dubbi, perché ormai esistono talmente tanti modelli che è difficile capire quale può essere quello più adatto alle nostre esigenze. Quando contattiamo un servizio di installazione condizionatori Lombardia possiamo chiedere informazioni relative ai modelli, in modo da confrontare le varie caratteristiche. Chi meglio di un esperto del settore può capire di quale condizionatore abbiamo davvero bisogno?

Monosplit e Multisplit: le differenze

Per prima cosa è importante sapere che un climatizzatore solitamente è composto da due elementi: unità esterna (motore) e unità interna (split). I principali modelli di condizionatori che troviamo nel mercato si differenziano tra monosplit e multisplit: i primi sono composti da un’unità esterna che è collegata ad un’unica unità interna, i secondi sono sempre composti da un’unità esterna, che però si collega a più unità interne. Come si può notare dalle sue caratteristiche, il modello multisplit è molto utilizzato nei complessi residenziali, soprattutto dove non è ammessa l’installazione di più unità esterne.

Condizionatore a muro

I condizionatori a muro introducono aria calda, che poi si esaurisce, e mandando indietro aria fresca per raffreddare l’ambiente. Sono unità autonome molto simili agli impianti a finestra, si differenziano però per il fatto che necessitano di una progettazione e perché non si possono spostare una volta che sono stati installati. Per posizionare questi condizionatori bisogna prima montare una ghiera che serve a fare da sostegno all’apparecchio ed è necessario forare un muro esterno.

Condizionatore a finestra

Con i condizionatori a finestra è possibile raffreddare solo una stanza alla volta, per questo vengono consigliati solamente per i piccoli appartamenti o monolocali. Il suo principale vantaggio sta nel fatto che è mobile, si può quindi spostare in varie stanze e rimuovere totalmente durante i mesi invernali.

Condizionatore con sistema centralizzato

L’aria condizionata centralizzata funziona utilizzando una serie di condotti e prese d’aria per distribuire l’aria fresca in tutto l’edificio. Un sistema di climatizzazione centralizzato ha un’unità esterna che contiene il compressore e un’unità interna che contiene la serpentina dell’evaporatore. L’aria raffreddata viene distribuita attraverso i condotti e gli sfiati in diverse stanze dell’edificio.

Condizionatore portatile

I condizionatori d’aria portatili sono progettati per essere spostati comodamente all’interno della stanza o da una camera all’altra. Questi condizionatori d’aria vengono utilizzati soprattutto in piccoli appartamenti e uffici di piccole dimensioni. Un condizionatore d’aria portatile funziona aspirando aria calda dalla stanza, raffreddandola e quindi rilasciandola nuovamente nella stanza. L’unità è collegata a una finestra o a uno sfiato con un tubo flessibile.

Aria condizionata con sistema split

Le unità di climatizzazione split hanno un’unità interna e un’unità esterna. L’unità interna contiene la batteria dell’evaporatore, mentre l’unità esterna contiene il compressore. Le due unità sono collegate da linee frigorifere. Le unità di climatizzazione split sono molto utilizzate nelle case perché sono silenziose, efficienti dal punto di vista energetico e possono essere utilizzate per raffreddare più stanze.

Condizionatore senza unità esterna

Non tutti hanno spazio esterno disponibile nel proprio edificio per inserire un’unità esterna. In questi casi viene utilizzata solo l’unità interna, facile da installare e da gestire, in quanto non c’è bisogno di nessuna predisposizione particolare. A differenza di altri modelli, i condizionatori senza unità esterna però non riescono a raffreddare intere case o stanze di grandi dimensioni. Possono essere utili per raffreddare una sola stanza, come lo studio o la camera da letto oppure un monolocale.

Autore
Daniele
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*