domenica, 18 Aprile 2021
Home > Casa > Le giuste cerniere per i mobili della casa

Le giuste cerniere per i mobili della casa

Cosa fa di un mobile un oggetto solido, perfetto per l’utilizzo quotidiano, senza problemi o piccoli intoppi? Di certo i materiali di cui è fatto, così come la precisione negli incastri e nelle finiture, ma non solo. Spesso non ci si fa caso ma anche le cerniere, le viti, gli incastri rappresentano una parte importante di un mobile, che lo rendono più piacevole da utilizzare e più durevole nel tempo. A parte chi ama il fai da te e ha le abilità per costruire un mobile da solo, in genere noi ci affidiamo ad altri per questo tipo di attività; quindi ci ritroviamo con la ferramenta per mobili che è presente nella confezione. Possiamo però modificare le cerniere per ante e mobili, sostituendole con prodotti di migliore qualità, che renderanno gli arredi di casa molto più comodi da usare.

Come scegliere le cerniere e la ferramenta

Effettivamente ogni mobile necessita di specifiche parti di ferramenta, che sono disponibili in numerosi modelli e tipologie. Spesso nelle parti in legno del mobile sono presenti svasi, fori e preinviti fissi, che portano a dover utilizzare uno specifico tipo di ferramenta per il montaggio. Ciò che possiamo fare riguarda la robustezza e la qualità di questi elementi per l’assemblaggio del mobilio. Mantenendoci comunque all’interno di un certo range; banalmente, possiamo aumentare leggermente il diametro di una vite, per rinforzare un poco la resistenza di un fissaggio, non possiamo però eccedere in modo esagerato, altrimenti la vite potrebbe fuoriuscire dalla parte in cui è inserita, o risultare eccessivamente grande e ingombrante. Ci sono poi elementi della ferramenta che possono invece essere sostituiti con modelli più robusti, senza troppo concentrarsi sulle dimensioni del pezzo originario.

Elementi costruttivi

All’interno della ferramenta per mobili alcuni elementi servono per la costruzione e l’assemblaggio del singolo oggetto. Nei fatti senza di essi il mobile non si sorreggerebbe, i cassetti non si potrebbero sostenere all’interno dell’involucro che li contiene, le ante non si potrebbero aprire. Questi elementi fanno parte di un enorme categoria, che comprende: viti, guide per cassetti, cerniere per ante, giunzioni, supporti, sistemi di apertura verso l’alto o verso il basso e così via. La sostituzione di questo tipo di elementi andrebbe fatta prima di montare il mobile, non appena lo portiamo a casa ed è ancora nella scatola in cui ce l’hanno consegnato in negozio. Li si sostituisce a volte anche a causa di rotture o guasti, spesso dovuti all’usura quotidiana. Ferramenta per mobili più robusta e resistente evita appunto questo tipo di inconvenienti.

Elementi decorativi

Fanno parte della ferramenta per mobili anche elementi che non servono per il sostegno del mobile stesso, si usano comunque quotidianamente ma hanno una valenza prettamente decorativa. Stiamo parlando essenzialmente di maniglie e ganci, che si posizionano all’esterno di un qualsiasi pensile, cassetto o anta. Questo tipo di elementi non devono essere necessariamente robusti o resistenti, anche perché solitamente i prodotti a basso costo possono comunque essere sufficientemente solidi da consentirci un utilizzo intensivo del mobile. Certo è che anche l’occhio vuole la sua parte e a volte sostituire le maniglie dei mobili della cucina è un’attività che da sola consente di dare una ventata di novità all’intero ambiente.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*