giovedì, 23 novembre 2017
Home > Tecnologia > Come bloccare le telefonate pubblicitarie e commerciali indesiderate

Come bloccare le telefonate pubblicitarie e commerciali indesiderate

Telefonate pubblicitarie e commerciali non sempre attese, talvolta possono risultare eccessivamente invadenti quando, ad ogni ora del giorno, arrivano richieste di partecipazioni a sondaggi o proposte di nuovi prodotti o particolari offerte. Non di rado capita che tali telefonate arrivino in orari indesiderati oppure che il telefono squilli ripetutamente anche dopo aver rifiutato la proposta. Spesso ci si domanda come gli operatori commerciali abbiano fatto ad entrare in possesso del numero di telefono: nella maggior parte dei casi è proprio l’abbonato stesso a comunicarlo inconsapevolmente, partecipando ad esempio a concorsi online, compilando moduli senza controllare le condizioni contrattuali (ed in particolare la possibilità di comunicazione a terzi dei dati personali) o inserendolo in un sito internet. Ma anche dalle banche dati create utilizzando i dati estratti dagli elenchi telefonici. E’ dunque possibile bloccare telefonate pubblicitarie e commerciali? da alcuni anni è stato introdotto uno strumento per la tutela del cittadino che non vuole ricevere telefonate per scopi promozionali o per ricerche del mercato che, parallelamente, rende più trasparente il mercato del marketing telefonico.

Il Registro Pubblico delle Opposizioni

Il Registro Pubblico delle Opposizioni

E’ stato istituito in seguito alle modifiche della normative che regolava le attività del telemarketing e le telefonate pubblicitarie o a fini commerciali. La gestione degli elenchi abbonati da parte degli operatori di settore ha subito importanti modifiche con l’art. 20-bis L. n. 166/2009, che hanno di fatto adeguato la normativa italiana a quella adottata dalla maggior parte degli stati dell’Unione Europea. Con le nuove modifiche, a partire dal 31 gennaio 2011 ogni abbonato ha la possibilità di iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni, istituito allo scopo di non ricevere più telefonate pubblicitarie o a fini commerciali e promozionali da parte degli operatori di telemarketing. Si tratta di un’iscrizione valida a tempo indeterminato, purchè l’abbonato rimanga intestatario dello stesso numero di telefono, e può essere modificata o revocata attraverso una telefonata, un fax, una raccomandata, un e-mail o la compilazione di un modulo online. Da parte sua, l’operatore non può effettuare telefonate pubblicitarie o commerciali nell’anonimato ma è tenuto a mostrare il proprio numero telefonico. Inoltre, l’entrata in vigore del Registro Pubblico delle Opposizioni è accompagnata dal divieto di utilizzare i numeri di telefono contenuti in banche dati antecedenti il 2011, senza un’autorizzazione specifica da parte dell’abbonato.

Come iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni

Sono cinque le modalità di iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni. E’ possibile telefonare al numero verde 800.265.265 e comunicare al risponditore automatico i propri dati anagrafici, unitamente a codice fiscale e a un indirizzo e-mail. In alternativa è possibile inviare un fax con i propri dati al numero 06.54224822 o una lettera raccomandata, indirizzata a:

“Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni – Abbonati”, Ufficio Roma Nomentano, Casella Postale 7211, 00162 Roma.

I metodi più semplici ed immediati sono quelli online: compilando l’apposito modulo disponibile sul sito o, in alternativa, compilando il modulo elettronico da spedire via e-mail all’indirizzo: [email protected]

Il Garante per la Privacy

garante privacyFondamentale in questa nuova modalità organizzativa delle attività di telemarketing è l’operato del Garante per la Privacy, che ha imposto alcuni obblighi alle imprese. Tra questi il divieto di contattare i numeri degli abbonati iscritti nel Registro Pubblico delle Opposizioni; ma, nel caso un abbonato non sia iscritto al Registro e abbia espressamente richiesto a un’azienda di non contattarlo più, essa sarà tenuta a non effettuare più telefonate pubblicitarie e commerciali dirette verso quel numero. Al contrario, come stabilito dal Garante per la Privacy, se un’azienda ha ricevuto il consenso, documentabile con comunicazione scritta, a ricevere telefonate pubblicitarie e promozionali da parte di un abbonato, potrà contattarlo anche nel caso sia iscritto nel Registro.

Autore
Niki Rocco
Senior Web Developer e Seo Specialist di professione. Laureato in Informatica presso l'università Cà Foscari di Venezia, ha una passione sfrenata per il web.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*