mercoledì, 12 dicembre 2018
Home > Soldi > Investire per i figli: consigli pratici per garantire loro un futuro più sereno

Investire per i figli: consigli pratici per garantire loro un futuro più sereno

La crisi economica che attanaglia sempre più le famiglie italiane rende necessario risparmiare ed investire  per i figli, così da garantire loro un futuro più sereno dal punto di vista economico e formativo.

Tra le spese che le famiglie italiane faticano a sostenere spiccano senz’altro quelle relativa alla formazione universitaria, compresi master e viaggi studio. Basti pensare che l’investimento medio necessario per far laureare un giovane si aggira attorno ai 26mila euro.

Per sostenere al meglio queste ed altre voci di spesa è importante conoscere tutti gli strumenti di investimento disponibili per accantonare somme di denaro nel tempo e sostenere al meglio la crescita formativa e lavorativa dei figli.

Investire per i figli: consigli pratici per garantire loro un futuro più sereno

Come accantonare capitali grazie alle polizze vita

Il primo strumento che andremo a descrivere è rappresentato dalle polizze vita, un prodotto assicurativo che permette di accantonare somme di denaro che saranno poi rese disponibili al giovane entro una data prestabilita (ad esempio in concomitanza con il compimento della maggiore età). È lo strumento perfetto per chi vuole risparmiare, nel tempo, un capitale di entità non troppo elevata, accontentandosi di un rendimento modesto. Con accantonamenti mensili di 100 euro, ad esempio, è possibile risparmiare un bel capitale utile per la formazione dei figli.

Polizza vita keyman e imprese di famiglia

Una particolare tipologia di polizze vita è rappresentata dall’assicurazione keyman, utile da sottoscrivere per arginare le ripercussioni economiche legate alla scomparsa del titolare d’azienda o di una figura chiave nell’attività.

Per ciò che ci interessa, la polizza keyman potrebbe essere sottoscritta dal genitore, titolare d’azienda, che intende salvaguardare i propri figli, accantonando somme di denaro che potranno aiutarli economicamente quando verrà a mancare.

Piani di accumulo capitale: piccoli investimenti diluiti nel tempo

Un’altra valida soluzione per investire sul futuro dei figli è predisporre un piano di accumulo (PAC)  a loro favore.

Ma cos’è un PAC? Si tratta di uno strumento d’investimento che permette di investire una somma di denaro (anche di piccola entità) in strumenti finanziari, come azioni o titoli di Stato.

Tuttavia il funzionamento dei piani di accumulo, che prevedono piccoli accantonamenti mensili, protegge l’investitore dai naturali rischi legati ai mercati finanziari e la loro volatilità. In che modo? Attraverso la diversificazione degli investimenti.

Fondi pensione per i giovani

Nel particolare periodo storico in cui viviamo è risaputo che per i giovani è sempre più complesso trovare un lavoro. Di conseguenza anche la pensione ha assunto i tratti caratteristici di un vero e proprio miraggio.

Ma è possibile arginare in qualche modo questa situazione di incertezza?

Corre in soccorso dei giovani, e dei genitori che intendono salvaguardare il futuro dei proprio figli, un ulteriore strumento finanziario, ovvero i fondi pensione. Può sembrare strano accostare la parola pensione ad un giovane ma pensare di conservare nel tempo un capitale che possa aiutare le nuove generazioni ad integrare o sopperire alla temporanea mancanza di un trattamento pensionistico, è davvero molto importante.

Il fine ultimo di qualsiasi fondo pensione è proprio questo: integrare i contributi pensionistici per assicurarsi un futuro più roseo.

Perchè non farlo anche per i propri figli?

Libretto postale e bancario

In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, parliamo di due strumenti di risparmio molto noti e diffusi come il libretto postale ed il libretto bancario. Tra quelle descritte in questa guida, si tratta delle due soluzioni più tradizionali ma decisamente meno remunerative. Basti pensare che il rendimento lordo dei libretti postali si aggira attorno allo 0,001%. Inoltre, dal 2005, per i libretti con giacenza media superiore ai 5mila euro è obbligatorio versare l’imposta di bollo, che ammonta a 34 euro all’anno.

Quale strumento scegliere?

Alla luce di quanto abbiamo scoperto in questo articolo, potrebbe sembrare decisamente complesso scegliere in che modo investire sul futuro dei propri figli. Per avere un’idea più chiara di tutti gli strumenti di investimento e risparmio più convenienti, è utile consultare il portale Finanzafacile, ricco di guide, approfondimenti e spunti a riguardo.

Ad ogni modo, la scelta dipenderà dalle esigenze e dal capitale che si è disposti ad accantonare o investire.

A prescindere dallo strumento scelto, i figli non potranno che esserne grati e felici.

Autore
Niki Rocco
Senior Web Developer e Seo Specialist di professione. Laureato in Informatica presso l'università Cà Foscari di Venezia, ha una passione sfrenata per il web.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*