venerdì, 18 agosto 2017
Home > Soldi > Investimenti, Rischi e Strategie: le Regole per Investire in modo Sicuro

Investimenti, Rischi e Strategie: le Regole per Investire in modo Sicuro

come investire soldi in modo sicuroQuando si decide di investire in uno strumento finanziario, è bene ricordarsi che nessun investimento è mai completamente esente da rischi e che anche quelli più sicuri non escludono mai in assoluto la possibilità di una perdita. Ecco perchè quando si decide di investire i soldi guadagnati con il proprio lavoro e depositati in banca, è bene essere consapevoli di una serie di regole, conoscere i potenziali rischi di ogni tipologia di investimento e anche le principali strategie per fare in modo che il denaro risparmiato possa aumentare e non ridursi nel tempo. Avventuriamoci dunque alla scoperta di queste semplici regole, da memorizzare e non dimenticare, per fare fin da subito l’investimento perfetto.

  1. Potrà sembrare scontato ma occorre valutare sin da subito quanto investire, tenendo conto che all’investimento bisognerà dedicare soltanto quella fetta del proprio patrimonio personale non necessaria per le spese quotidiane e per il mantenimento della propria tranquillità economica
  2. Il rendimento di un investimento finanziario è proporzionale al rischio: più è basso il rischio, più il rendimento risulterà scarsamente elevato. Allo stesso modo, un tasso di interesse elevato prevede anche un rischio elevato
  3. E’ consigliabile, per investire in modo sicuro e senza rischi difficili da valutare, optare per strumenti finanziari nella propria valuta anzichè per quelli in valute differenti, che portano con sè il rischio di cambio
  4. L’acquisto di strumenti finanziari deve essere molto oculato: è preferibile optare per quelli di emittenti conosciuti, solo se liquidi e se trattati su mercati regolamentati. Cosa comporta questa scelta? anzitutto si avrà la sicurezza di comprarli al loro giusto prezzo e dunque al giusto rischio; inoltre la possibilità di rivenderli rapidamente e a buon prezzo è migliore, grazie alla liquidità garantita dai mercati regolamentati
  5. Utilizzando il codice Isin, vera e propria carta di identità del proprio strumento finanziario, verificare sempre le effettive caratteristiche relative all’emissione e dunque all’investimento che si intende fare; questo perchè ogni emittente può offrire sia strumenti quotati che non quotati, con caratteristiche spesso anche molto diverse tra loro
  6. Diffidare invece da azioni ed obbligazioni proposti da emittenti conosciuti ma non quotati sui mercati regolamentati. Facciamo riferimento ai SSO bilaterali, che nella stragrande maggioranza dei casi incorporano un rischio piuttosto elevato
  7. Anche le proposte di finanziamento subordinate all’acquisto di azioni o obbligazioni non vanno viste di buon occhio. In questi casi è bene segnalare il tutto all’Autorità di controllo, alla Consob e alla Banca d’Italia
  8. Un investimento porta con sè rischi e deve seguire opportune strategie. Le regole per investire in modo sicuro prevedono che si eviti di fare affidamento sull’istinto acquistando strumenti finanziari soltanto se si ha la capacità di capire davvero quello che si sta comprando e se si conosce appieno la società emittente. Il supporto di un consulente di provata competenza risulterà dunque fondamentale per fare la scelta giusta
  9. Il conto corrente non rende certo quanto un investimento, ma investire perchè il conto corrente non rende non è consigliabile. Bisogna farlo solo quando le condizioni lo consentono
  10. In ultimo un consiglio, che è la regola base di ogni investitore alle prime armi: è bene acquistare azioni quando la Borsa scende e venderle quando sale

Vuoi tenere sotto controllo le finanze familiari? Prova con queste APP!

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*