lunedì, 23 ottobre 2017
Home > Salute > Vantaggi dell’Implantologia Dentale: Ritrovare Sorriso e Qualità della Vita

Vantaggi dell’Implantologia Dentale: Ritrovare Sorriso e Qualità della Vita

Perdere i denti rappresenta un motivo di grande sconforto psicologico ai quali vanno aggiunti problemi legati alla masticazione e all’igiene. E’ importante, alle prime avvisaglie del disagio, affidarsi ad un dentista con esperienza nell’ambito dell’implantologia, intervento che consente di effettuare un completo restauro dell’estetica orale ‘ripristinando’ i vuoti lasciati da denti mancanti. Finalità dell’implantologia è infatti andare a ripristinare le zone edentule, mediante l’inserimento di impianti dentali nell’osso; impianti che andranno a costituire a tutti gli effetti le radici artificiali dei nuovi denti, per poi intervenire con restauri fissi al posto dell’utilizzo di protesi removibili. Si tratta di un intervento con ampio margine di successo e che può essere affrontato da un ampio numero di pazienti in quanto le controindicazioni mediche legate all’implantologia osteointegrata sono piuttosto rare e solitamente di carattere locale; è compito dell’odontoiatra, in ogni caso, stabilire, se l’intervento sia o meno possibile, specialmente in pazienti diabetici o che consumano tabacco, controindicazione che può aumentare del 10% il rischio di insuccesso.

implantologia osteointegrata

Una domanda che in molti si pongono nell’eventualità di dover affrontare un intervento di implantologia è, ‘quanto dura?’. Non vi è una risposta univoca in quanto questo in base alla complessità dell’intervento la tempistica può variare da un’ora a circa tre ore, nel caso in cui si debbano posizionare, rispettivamente, un impianto singolo oppure numerosi impianti. Viene effettuato in anestesia locale, dunque il paziente non sente alcun tipo di dolore anche nel decorso post-operatorio, grazie ad incisioni e suture minime. Una volta effettuato l’intervento, sarà compito del paziente curare gli impianti allo stesso modo dei denti naturali, per quanto riguarda la loro igiene. In questo modo l’aspettativa di successo dell’impianto sarà di molti anni o addirittura di tutta la vita.

Ma quali sono i benefici degli impianti dentali? l’implantologia consente di posizionare impianti molto simili ai denti naturali; questo consente, non appena gli impianti saranno osteointegrati con la mascella, di riprendere a seguire la sua normale dieta ricominciando a mangiare anche quegli alimenti che non era più possibile masticare. Gli impianti dentali permettono inoltre di articolare i movimenti di bocca e lingua in modo corretto, ricominciando a parlare senza difficoltà. Vi sono due differenti procedure di implantologia: quella a carico differito e quella a carico immediato. Nel primo caso l’impianto dentale inserito deve integrarsi con l’osso per un periodo compreso tra i 3 ed i 5 mesi. Il paziente dovrà indossare una protesi provvisoria mobile fino al giorno del secondo intervento, noto come ‘seconda fase chirurgica’, che consiste nel posizionamento dei denti fissi. L’implantologia a carico immediato invece è indicata nel caso in cui l’impianto abbia un buon avvitamento durante l’intervento, cosicché risulti da subito stabile. I due passaggi vengono infatti uniti in un solo intervento che permette di fornire i denti fissi al paziente sin dalla prima seduta, o entro al massimo 48 ore, attraverso la protesizzazione immediatamente successiva all’inserimento dell’impianto.

Accanto all’implantologia, sono diverse le altre specialità odontoiatriche richieste: come le protesi dentarie, che consentono di ristabilire estetica di uno o più denti nonchè la capacità masticatoria. Si interviene mediante il posizionamento di apparecchi rimovibili o ponti fissi, eliminando definitivamente la dentiera. L’odontoiatria conservativa, ovvero il trattamento della patologia cariosa cercando di salvare il dente: dalle otturazioni alle sigillature fino agli intarsi, si tratta di interventi di restauro della durata media di dieci o vent’anni. Quando si parla di endodonzia si fa invece riferimento ad una branca specifica dell’odontoiatria dedicata alle terapie canalari dei denti, nel caso in cui la carie abbia raggiunto la polpa. Consente di eliminare dolori legati a cisti, ascessi, granulomi con terapie canalari ad hoc che intervengono anche sul dente devitalizzato, mettendo a punto un restauro protesico o conservativo, andando a ripristinare la parte anatomica del dente non più presente. Invece la parodontologia si occupa di riportare il parodonto in salute ovvero di intervenire sui tessuti che circondano i denti come osso e gengiva. Si va dalle semplici sedute di igiene a specifici interventi chirurgici. Altra specialità odontoiatrica di una certa rilevanza è l’ortodonzia, disciplina che si occupa di allineare correttamente i denti, per migliorarne l’aspetto estetico ma anche quello funzionale, consentendo di ripristinare una corretta masticazione e prevenire problematiche a livello articolare.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*