martedì, 22 maggio 2018
Home > Salute > Dormire Brucia Calorie? Ecco Cosa Succede a Letto

Dormire Brucia Calorie? Ecco Cosa Succede a Letto

Dormendo si bruciano calorie? è una domanda che si fanno in molti dubbiosi in merito al fatto che il corpo anche durante la notte sia in grado di bruciare calorie. Per rispondere a questo quesito e dunque capire se effettivamente dormire brucia calorie, è necessario partire da un presupposto: uno stile di vita sano ed equilibrato improntato su un connubio tra corretta alimentazione e regolare attività fisica, è il sistema più adatto per favorire un maggior consumo di calorie nel corso della giornata. Fatta questa premessa, possiamo concentrarci sull’effettiva possibilità di bruciare calorie dormendo: ciò è possibile ma sono molteplici le variabili che entrano in gioco a cominciare dal fattore di massa muscolare: maggiore è la massa muscolare, più alto sarà il quantitativo di calorie bruciate durante la notte, influenzato anche dal tempo trascorso a letto.

dormire bruciare calorie

Tra le altre variabili vi sono l’età ed il sesso: una persona più anziana e di sesso femminile ha una muscolatura ridotta ed un metabolismo più lento rispetto ad un uomo adulto. Dormire dunque brucia calorie, ed il modo migliore per ottimizzare questo processo consiste nel dormire almeno otto ore a notte (una delle regole per dormire bene), di sonno ininterrotto mangiando oltre due ora prima di coricarsi, evitando invece di consumare carboidrati meno di cinque ore prima di andare a letto. Il consiglio è inoltre quello di evitare l’assunzione di alcolici, tanto più prima di dormire, in quanto provocano un rallentamento del metabolismo. E’ invece preferibile, prima di andare a letto, fare un bagno caldo che aiuta a conciliare il sonno e prima di coricarsi bere una tazza di tè verde, che provoca un aumento del tasso metabolico ed è di aiuto nel continuare a bruciare calorie anche durante la notte.

Altra strategia per dormire bruciando calorie è quella di provare a ridurre la temperatura della stanza da letto, aumentando la quantità di calori bruciate nel corso della notte; questo perchè l’organismo è obbligato a compiere un ‘lavoro’ per consentire al corpo di scaldarsi. Anche praticare attività fisica poco prima di coricarsi ha effetti benefici: una corsetta e la sudata che ne consegue, accelera il consumo di calorie anche ad allenamento concluso proseguendo di fatto nel corso della notte. Questo perchè il corpo rimane attivo anche nelle ore successive l’attività fisica continuando a lavorare anche mentre si dorme.

Cosa accade durante la notte? l’organismo ripristina articolazioni e muscoli, oltre a soddisfare i necessari bisogni ovvero la circolazione sanguigna e la respirazione. Ne deriva un consumo medio, durante le ore notturne, di almeno 50 calorie che può essere aumentato significativamente seguendo gli accorgimenti sopra descritti ed ‘insegnando’ al proprio corpo a bruciare grasso e calorie durante il sonno, portando il quantitativo a 50-55 calorie ad ora, ovvero 400-500 calorie ogni otto ore. Dunque dormire brucia calorie ed anzi dormire troppo poco può provocare l’effetto opposto, andando ad ostacolare il consumo di calorie e limitando o azzerando la perdita di peso. Il consiglio è quello di dormire in maniera regolare, su materassi comodi e salutari, che consentano di trascorrere otto ore all’insegna del relax e, perchè no, del consumo calorico.

Autore
Niki Rocco
Senior Web Developer e Seo Specialist di professione. Laureato in Informatica presso l'università Cà Foscari di Venezia, ha una passione sfrenata per il web.