mercoledì, 12 dicembre 2018
Home > Lavoro > Stampare documenti per lavoro, come risparmiare ed evitare sprechi

Stampare documenti per lavoro, come risparmiare ed evitare sprechi

Stampare documenti per lavoro è un’operazione da non sottovalutare nel contesto delle spese riguardanti l’attività stessa. Sia che si lavori in ufficio, sia che lo si faccia da casa, il processo di stampa di fatture, preventivi, lettere di incarico, curriculum vitae o altra documentazione rappresenta una fondamentale componente della propria attività e può, in taluni casi, richiedere l’utilizzo di un’importante quantità di inchiostro. E’ bene dunque, sia che si utilizzi un toner, sia nel caso in cui si lavori con una stampante a cartucce, adottare alcuni semplici accorgimenti per risparmiare sulla stampa ed evitare che questa voce risulti tra quelle più impattanti nel piano delle entrate e delle uscite mensili. Del resto la cartuccia del toner è, con le giuste accortezze, una delle più importanti voci di spesa sulle quali risparmiare, e così le cartucce, la cui ridotta durata a fronte di un prezzo elevato rappresenta uno dei problemi più sentiti in ambito lavorativo. E’ importante cercare di evitare sprechi di risorse anche e soprattutto quando mensilmente vengono stampati centinaia o addirittura migliaia di fogli, utilizzando toner o cartucce efficienti e la cui “vita media” duri più a lungo.

Come risparmiare sulla qualità di stampa

Prima ancora del prodotto in sè, modificare il tipo di font utilizzato, rispetto a quello predefinito, può aiutare a risparmiare oltre il 25% di inchiostro ogni 100 fogli stampati, così come la riduzione della carta utilizzata, prediligendo quando possibile la stampa su entrambe i lati del foglio. Anche optare per la stampa veloce, che ha una certa influenza sulla qualità del documento e può rivelarsi molto utile nel caso di importanti quantità di documentazione da stampare. In generale, ottimizzare la qualità di stampa in ufficio o a casa è uno dei sistemi più sottovalutati ma efficaci per ridurre i costi legati alla stampa: nel caso di esaurimento del toner a colori andando a modificare le opzioni di controllo e selezionando la casella ‘scala di grigio‘ e ridurre la densità di stampa attraverso la funzione Economy Color, utilizzando una ridotta quantità di inchiostro per la stampa di grafici e immagini a colori. Ma anche correggere la tonalità (temperatura) di colore o il bilanciamento colore, andare a modificare il motivo di retinatura scegliendone uno che sia adatto all’immagine da mandare in stampa. O ancora regolare luminosità, contrasto o saturazione per schiarire o scurire, rendere l’immagine più brillante o meno vivida o ottenere aree più luminose o più cupe a seconda delle necessità. Una serie di accortezze con un principale obiettivo: gestire la stampa dei documenti aziendali con la consapevolezza di evitare gli sprechi e risparmiare.

cartucce stampante

Scegliere toner e cartucce compatibili

Affidarsi a professionisti del settore come TonerPartner nella scelta di toner e cartucce compatibili con il 100% della qualità di stampa, consentirà di risparmiare ben oltre il 90% rispetto ai prodotti originali. A tariffe contenute è oggi possibile ottenere, in termini di risultato finale, i medesimi risultati con il miglior rapporto qualità-prezzo possibile e senza alcun rischio. Le cartucce compatibili infatti non danneggiano la stampante e, non seccano nemmeno se non utilizzate per diversi mesi, garantendo prestazioni eccezionali ed assicurando una perfetta gestione dei flussi di lavoro, limitando al minimo qualsiasi intervento di assistenza, per risultati di stampa di livello altissimo.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*