domenica, 28 maggio 2017
Home > Lavoro > Come Fare il Primo Colloquio di Lavoro: 9 Consigli Pratici

Come Fare il Primo Colloquio di Lavoro: 9 Consigli Pratici

Il primo colloquio di lavoro rappresenta un momento di grande importanza per ognuno di noi, un’occasione per mostrare le proprie doti, attitudini e capacità, fare bella figura e ottenere l’ambito posto di lavoro. Ma, come per tutte le prime volte l’attesa di un colloquio di lavoro è accompagnata da ansia, tensione ed agitazione oltre che dalla preoccupazione di non riuscire a fare una buona impressione e dunque non ottenere l’assunzione ed iniziare così una proficua carriera lavorativa. Dunque come fare il primo colloquio di lavoro nel migliore dei modi? Vediamo insieme una serie di semplici e utili consigli per affrontare il primo colloquio di lavoro con successo. Si tratta di una serie di regole che rappresentano norme di buon comportamento e che possono rappresentare un valido aiuto nell’affrontare il colloquio.

primo colloquio di lavoro da Il Diavolo Veste Prada

Quali regole seguire per un colloquio di lavoro efficace?

  1. Per un colloquio dal buon esito è importante presentarsi nel modo corretto e sincero possibile, ‘vendendo’ la vostra persona senza esagerazioni o addirittura bugie. La sincerità e la correttezza sono elementi fondamentali per fare una buona impressione nel corso del colloquio con il responsabile della selezione del personale che cercherà, sottopendovi a diverse domande, di capire chi siete.
  2. Mantenete la calma senza farvi prendere dall’ansia, rispondendo alle domande senza avere timore di dire ciò che pensate ma al contempo parlando con rispetto ed educazione, elementi fondamentali per fare una buona impressione.
  3. E’ importante essere chiari e affrontare il colloquio di lavoro con serietà e professionalità, a cominciare dall’aspetto estetico che deve essere curato, ordinato e pulito ma anche consono al tipo di azienda nella quale vi candidate e all’attività che siete intenzionati a svolgere. Massima attenzione all’igiene personale, ad indossare abiti non stropicciati e, ultimo ma non meno importante, presentatevi puntuali, possibilmente con un leggero anticipo per evitare le corse dell’ultimo minuto. Vi risparmierà una buona dose di ansia ed imbarazzo.
  4. come fare il primo colloquio di lavoroRicordatevi che il colloquio di lavoro inizia già nella sala d’attesa: è qui che il vostro comportamento deve essere adeguato alla situazione poichè agli occhi del responsabile della selezione del personale fornirà preziose indicazioni sulla vostra personalità. Massima professionalità già nei saluti iniziali e nel corso della presentazione dunque, facendosi trovare seduti composti, leggendo un giornale per mostrare sicurezza
  5. Prima dell’inizio del colloquio di lavoro ricordate di spegnere il telefono cellulare, andare in bagno e controllate i documenti portato con voi: una copia del curriculum vitae ed eventuali referenze, cercando di affrontare la situazione in modo positivo e propositivo. Il modo migliore per rilassarvi e scacciare la tensione è quello di fare respiri profondi.
  6. La stretta di mano può apparire un gesto di poca rilevanza ma rappresenta invece il primo contatto con la persona incaricata di decidere se scegliervi oppure no. Tendete la mano stringendola con la giusta intensità, evitando mani mosce, sudate o una stretta di mano eccessivamente vigorosa.
  7. Accomodatevi sulla sedia solo dopo che lo avrà fatto l’interlocutore, sedendovi correttamente e in maniera composta, evitando di tamburellare o giocare con i capelli o oggetti vari. Anche la postura è molto importante: inclinatevi lievemente in avanti e, mentre parlate, evitate di gesticolare in modo troppo appariscente, limitandoni a piccoli gesti controllati, per aiutarvi nell’esposizione e diminuire lo stress mantenendo nel contempo un tono di voce controllato, calmo e chiaro per fornire risposte precise e comprensibili, senza disdegnare se necessario breve pause per riflettere. Parlare a ruota libera non è sempre d’aiuto. Altro aspetto importante è evitare di interrompere l’interlocutore prendendo parte in modo attivo al colloquio e non limitandosi alle sole risposte ma facendo anche qualche domanda.
  8. Qualora l’interlocutore si concentri su eventuali aspetti negativi del vostro curriculum, evitate di mentire rispondendo con sincerità e senza tenere un atteggiamento difensivo; dovrete cioè sfruttare anche questi aspetti a vostro vantaggio mostrando la voglia di imparare, crescere e migliorare. Analogo comportamento e atteggiamento vi aiuterà nel caso di domande scomode o personali, allontanando lo spettro dell’ansia o dell’imbarazzo e reagendo nel migliore dei modi a una situazione imprevista.
  9. Il segreto per fare una buona impressione ma soprattutto determinare la vostra assunzione, è far percepire la vostra voglia di impegnarvi e mettervi in gioco per crescere. Mostrate all’interlocutore di credere negli obiettivi dell’azienda e di voler diventare parte attiva nel percorso messo in atto per raggiungerli. Tenacia, determinazione, chiarezza e voglia di crescere vi aiuteranno a rendere il primo colloquio di lavoro un’esperienza costruttiva e dal sicuro successo.

Concludiamo con un pò di humor… vi lasciamo questa simpatica vignetta che ci fa sorridere davanti ai metodi di selezione di questo fantomatico responsabile del personale:

primo colloquio vignetta divertente

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

4 commenti

  1. Tatyana Martsenkovskae

    Grazieeeeeeee! Domani ho un primo colloquio di lavoro e spero di essere all’altezza 😉

  2. Scusate io sto cercando un posto di lavoro perché non vado più d’accordo con il Responsabile, in fase del colloquio lo posso dire, logicamente non è il mio datore di lavoro che al contrario è straordinario.
    Grazie
    I

  3. sonia giampietro

    Potrei iniziare lunedì!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*