mercoledì, 19 settembre 2018
Home > Casa > Come scegliere il videocitofono più adatto alle tue esigenze

Come scegliere il videocitofono più adatto alle tue esigenze

Ormai da parecchi anni il videocitofono è diventato un dispositivo imprescindibile nelle nostre case, avendo di fatto quasi nella totalità dei casi sostituito il citofono, anche perchè riesce ad integrare al meglio l’esigenza di sapere chi si trova all’esterno della nostra abitazione (in virtù delle immagini) con quella di comunicarci. Tutto questo garantisce una maggiore sicurezza e un controllo più elevato dall’interno dell’abitazione. Inoltre questi dispositivi aiutano specie in presenza di bambini e anziani in casa, perchè permettono di non incappare in raggiri o in visite indesiderate.

Ma su cosa possiamo basarci per scegliere il videocitofono più adatto a noi? Proviamo a rispondere a questa domanda qui di seguito. Uno dei possibili criteri di scelta riguarda la preferenza fra la versione analogica e quella wireless, i primi rappresentano una versione classica e richiedono dei lavori piuttosto invasivi, mentre i secondi sono dei modelli digitali ed hanno bisogno solo del collegamento elettrico per funzionare, sfruttando i protocolli IP.

Dunque i dispositivi wireless sono preferibili perchè più ricchi di funzionalità e più semplici da utilizzare. Inoltre essi propongono peculiarità come la riproduzione dell’immagine di elevata qualità anche in condizioni di buio, registrazione di messaggi e possibilità di far muovere la videocamera esterna al fine di tenere sotto controllo il cancello e il portone. Inoltre in molti casi questi dispositivi, sfruttando il collegamento internet e l’interazione con gli smartphone, i tablet e le relative app, permettono di gestire il videocitofono in modo intelligente pur non essendo a casa, ad esempio si può essere avvertiti in tempo reale in caso si riceva una visita importante o un corriere.

Le possibilità per sfruttare al meglio questo dispositivo tecnologico sono molte altre, tutte comunque legate all’utilizzo della tecnologia wireless. Al riguardo si può effettuare un collegamento con una telecamere di videosorveglianza per avere sempre la possibilità di registrare i video di sicurezza, ma perfino poter azionare l’irrigazione del giardino mediante appositi pulsanti e la lista delle possibilità è ancora lunga.

Ma quali sono le altre caratteristiche da prendere in considerazione per un videocitofono?

Sicuramente bisogna verificare se si necessita della presenza di uno schermo e dei pulsanti, che saranno tanti quante sono il numero di famiglie a cui il videocitofono è collegato. Poi bisogna valutare se si necessita di uno o più monitor da distribuire per casa. Bisogna tenere in considerazione anche i fili, salvo che non si tratti di un videocitofono ip, in particolare se si effettua una semplice sostituzione è possibile utilizzare i collegamenti già esistenti, in caso contrario bisognerà acquistare un videocitofono con tutti i fili del caso. Per chi si sta orientando nella scelta dei vari dispositivi segnaliamo i videocitofoni Urmet a 2 fili, tra i marchi più apprezzati e tecnologicamente avanzati nel nostro paese per quanto riguarda questo tipo di sistemi di sicurezza.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*