lunedì, 23 ottobre 2017
Home > Casa > Come Riutilizzare la Buccia di Banana, Metodi e Rimedi

Come Riutilizzare la Buccia di Banana, Metodi e Rimedi

La buttiamo sempre dopo aver mangiato il frutto che contiene ma la buccia di banana offre molteplici possibilità di utilizzo che permettono di renderla utile in modi diversi. Ma come riutilizzare la buccia di banana? vi sono una serie di rimedi per sfruttarla prima di gettarla nella spazzatura, valorizzando anche questa parte della banana contenente una serie di sostanze preziose a livello nutritivo e non solo. Scopriamo dunque quattro metodi di riutilizzo della buccia di banana, sia per la salute che per la pulizia della propria abitazione.

buccia di banana per la pelle

  • Sapevate che è possibile utilizzare la buccia di banana per pulire casa? Ebbene si, è sufficiente strofinarla per ridare brillantezza a diversi oggetti. E’ infatti considerata un ottimo brillantante naturale: provate allora a passarla su scarpe o argenteria ma anche alle foglie delle piante, alle quali ridarà luce in pochi minuti nonchè un colore di un verde più marcato. Anche calzature ed argenteria, grazie a questo lucidante naturale, ritroveranno luminosità, senza la necessità di utilizzare prodotti chimici.
  • La buccia di banana è commestibile e può essere mangiata ma è consigliabile seguire una procedura ad hoc per prepararla. Secondo quanto consigliato dagli esperti occorre farla bollire per almeno dieci minuti in acqua bollente. Dopodichè potrà essere mangiata insieme ad altri frutti
  • pulire scarpe con buccia di bananaSe non volete mangiarla, potete usare la buccia di banana per ridurre la visibilità delle cicatrici. Tutto grazie alla ricca presenza di potassio ed antiossidanti all’interno della buccia. Passandola sulla pelle e lasciandola poi riposare per alcuni minuti, prima di risciacquare, andrete a ridurre sensibilmente i segni sulla pelle di qualsiasi tipo.
  • La buccia di banana rappresenta anche una vera e propria cura per diversi tipi di escoriazioni come veschiche e piccoli tagli, sempre grazie alla presenza del potassio. Potete dunque tagliare la buccia in fette sottili da passare sulla ferita, un modo questo per velocizzarne la guarigione.
Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*