martedì, 23 maggio 2017
Home > Casa > Come Creare un Orto sul balcone di Casa

Come Creare un Orto sul balcone di Casa

Non è sempre necessario abitare in una casa con giardino per dar forma al proprio orto. E’ infatti possibile, con un pizzico di creatività e qualche consiglio utile, creare un orto sul balcone di casa, un piccolo angolo verde dove coltivare frutta o verdura. Dalle zucchine alla lattuga, dalle carote ai pomdoro, ma anche melanzane, peperoni, sedano, fragole, bietole e basilico. Sono alcuni degli ortaggi che potrete coltivare nel vostro orto sul balcone di casa, che potrete allestire servendovi di vasi di diverse dimensioni e creando un sistema di irrigazione ad hoc per garantire il corretto apporto idrico in funzione del tipo di ortaggio coltivato. Anche chi abita in una grande città potrà dunque creare il suo spazio verde: la condizione principale è che il balcone sia esposto alla luce del sole, preferibilmente quella del mattino, per almeno quattro ore al giorno, per garantire una costante crescita delle piante e maturazione delle specie vegetali coltivate. Seconda condizione è invece adoperare vasi piuttosto profondi e particolarmente drenanti, differenziando la tipologia di contenitore utilizzata in base al tipo di ortaggio coltivato. Dunque come creare un orto sul balcone di casa? con vasi, terra ed i giusti accorgimenti sulle piante da coltivare. Nel caso di balconi di ridotte dimensioni, perchè non allestire un orto verticale? utilizzando una vecchia scala, bancali o altre strutture, potrete ottimizzare lo spazio senza rinunciare ad avere un angolo di verde nella vostra casa e coltivando autonomamente frutta e verdura a chilometri zero.

Quali strumenti sono necessari per creare un orto sul balcone di casa?

Prima di avviare la relizzazione dell’orto, munitevi dei seguenti strumenti: vasi e alcuni sacchi di terriccio neutro, compost che potrete acquistare anche dagli agricoltori che  lo producono a partire dal concime oppure del letame secco in pellet. Guanti e forbici da giardino, innaffiatoio o acquistare un impianto di irrigazione a goccia da installare ad orto completato. Un vanghetto a manico corto che utilizzerete per i travasi ed una forca a manico corto da utilizzarsi per arieggiare il terreno. Un telo, da posizionare sul balcone durante i travasi, evitando così di sporcare o che la terra finisca sui balconi dei piani inferiori. La terra andrà mescolata con il compost o il concime prima di seminare le piante ad una distanza di circa 20 centimetri l’una dall’altra (ad eccezione di ortaggi come la rucola, più invasivi e dunque da seminare a una distanza maggiore).

orto sul balcone di casa

L’impianto di irrigazione per l’orto sul balcone

In base alle dimensioni del vostro orto, potrete decidere se innaffiarlo manualmente, avendo cura di farlo nella fascia oraria successiva al tramonto oppure se optare per un impianto di irrigazione che lavorerà automaticamente ad orari prestabiliti, programmando la centralina in maniera tale che l’irrigazione inizi la mattina presto oppure in serata. Dal momento che ogni tipo di ortaggio richiede un’irrigazione differente, l’impianto di irrigazione a goccia si rivela un prezioso strumento per il vostro orto sul balcone di casa, in quanto avrete la possibilità di regolarlo pianta per pianta, vaso per vaso e stabilire con precisione orari di avvio e di stop ma, dotandolo di appositi sensori, anche di interrompere l’irrigazione in caso di pioggia, qualora il balcone  non sia riparato dall’acqua piovana.

Orto sul terrazzo, consigli utili

orto domestico sul balconeE’ consigliabile coltivare piante aromatiche, frutti di bosco ed ortaggi in primavera mentre quando le temperature scendono, con l’approssimarsi dell’autunno, potrete orientarvi su cavoli, broccoli o verza arrivando poi, con le temperature più rigide, a piselli e fave. Per quanto riguarda il terriccio invece, meglio utilizzarne uno acido, leggero e particolarmente ricco di ferro e sali minerali. Evitate di realizzare un orto sul balcone di casa qualora il sia rivolto a nord e dunque non riceva sufficiente quantità di luce: occorrono almeno 4 ore (meglio 6) di luce solare perchè le piante crescano in salute e gli ortaggi maturino al punto giusto. Utilizzate preferibilmente vasi di terracotta, più traspirabili rispetto ad altre tipologie; se però dovete appenderli meglio sfruttare quelli in plastica. Se siete alla prima esperienza con un orto sul balcone di casa, è bene iniziare coltivando esclusivamente piante aromatiche, ovvero le più semplici da curare e utilizzabili nell’immediato. Potreste iniziare, ad esempio, con salvia, timo e rosmarino, passando poi a menta, basilico e prezzemolo. Il passo successivo sarà l’insalata, iniziando poi a coltivare le prime piantine di pomodori e zucchine.

Autore
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, si occupa di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collabora con diverse testate giornalistiche online e offline.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*