domenica, 17 febbraio 2019
Home > Casa > Bollette Gas: Come Cambiare Gestore Direttamente Online

Bollette Gas: Come Cambiare Gestore Direttamente Online

bollette gas cambiare

Sono numerose le aziende di fornitura del gas che oggi offrono numerosi metodi per mettersi in contatto con loro. Alcune consentono l’attivazione di una nuova fornitura, o il cambio di una vecchia, direttamente in rete. Questa semplificazione consente a chiunque trovi un’offerta particolarmente interessante, di attivarla rapidamente, senza neppure uscire di casa. Ad esempio se le tariffe Iren per il gas pubblicate in questi giorni risultano molto economiche, si può decidere di approfittarne subito.

Come attivare una fornitura del gas con un nuovo gestore

Il punto chiave da comprendere è semplice: per cambiare gestore non è necessario fare lunghe code agli sportelli o telefonare a un call center in orario d’ufficio. Basta infatti avere a disposizione il codice che identifica il proprio punto fornitura. Questo dato è chiaramente visibile su una qualsiasi bolletta del gas, cosa che rende possibile l’attivazione di una nuova offerta direttamente in rete. Ci si deve munire della bolletta, che non sia più vecchia di 3-6 mesi, e di un documento di identità. Con questi dati è sufficiente accedere al sito dell’azienda di gestione prescelta e richiedere l’attivazione del nuovo contratto. In molti casi sarà poi necessario attendere che il contratto venga spedito per posta, o tramite e-mail; lo si dovrà poi firmare e rinviare alla compagnia. Alcune aziende hanno anche attivato la firma digitale, cosa che ci risparmia i tempi di attesa per la spedizione del materiale cartaceo.

Diversi modi per contattare un’azienda

Anche se ormai molte aziende danno accesso alle offerte direttamente attraverso il proprio sito internet, questo non vuol dire che non siano disponibili anche altri metodi di contatto. In linea generale tutte consentono un contatto telefonico, presso call center che possono essere attivi anche molte ore al giorno, spesso anche in quelle serali. Oppure sono comunque numerosi gli sportelli sul territorio, particolarmente comodi per chi deve fare qualche richiesta particolare. Può infatti capitare di dover chiedere dei chiarimenti su questioni non così semplici da spiegare al telefono, o peggio ancora in rete. Ognuno poi ha le proprie preferenze e sono molti gli italiani che prediligono un contatto faccia a faccia con un impiegato dell’azienda presso cui vuole attivare un nuovo contratto di fornitura del gas.

Risparmiare sul gas

Chi vuole spendere meno per la bolletta del gas ha anche l’opportunità di fare delle migliorie alla propria casa. In molte Regioni italiane infatti la principale spesa per il gas è quella che si effettua in inverno, usando tale combustibile per il riscaldamento domestico. Chi possiede un’abitazione costruita vari decenni orsono spesso rischia di disperdere parte del riscaldamento verso l’ambiente esterno, a causa di una scarsa coibentazione degli infissi e delle pareti della vecchia casa. Posizionare un cappotto termico sull’esterno della casa, sostituire gli infissi o fare altre migliorie di questo tipo è un vero e proprio investimento, visto che può portare a risparmiare fino al 50% di quanto si spende oggi per il riscaldamento domestico. Lo Stato italiano per altro riconosce un incentivo su questo tipo di lavori di ammodernamento, pari al 50% di quanto speso.

Autore
Niki Rocco
Senior Web Developer e Seo Specialist di professione. Laureato in Informatica presso l'università Cà Foscari di Venezia, ha una passione sfrenata per il web.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*